CMT@Live – Una vita in salita è una iniziativa promossa dall’ Associazione Italiana Genetica Medica AIGEM - Onlus - con sede legale in Genova, viale Benedetto XV n. 6, presso il Dipartimento di Neuroscienze, Oftalmologia e Genetica (DINOG), per il tramite del suo procuratore speciale Fausto Birigazzi.

Si tratta di una serata di spettacolo con contributi artistici della più varia natura, che si terrà sabato 24 ottobre a partire dalle ore 21 al Teatro Dante di Campi Bisenzio (Firenze).

Questa iniziativa benefica è stata organizzata grazie all’insostituibile apporto di Alessandro Benvenuti e di tutto lo staff del Teatro Dante, del quale Benvenuti è Direttore Artistico.

I proventi raccolti saranno interamente devoluti alla Onlus Aigem - Associazione Italiana Genetica Medica, costituita a Genova nel dicembre 2007 con finalità di solidarietà sociale e con un’attenzione particolare ai pazienti affetti da malattie genetiche, per migliorare la loro qualità di vita e quella dei loro familiari, fornendo assistenza e accesso alla diagnosi e alla prevenzione delle malattie ereditarie.

In particolare, ci proponiamo di finanziare la ricerca sulle neuropatie ereditarie tipo Charcot- Marie – Tooth (una forma di atrofia muscolare neurogena, che indebolisce progressivamente ed inesorabilmente i muscoli delle braccia e delle gambe, detta più comunemente CMT – di qui il nome della serata).

Anche Fausto Birigazzi è affetto sin dalla nascita da questa malattia, che, al momento, non ha ancora indicazioni terapeutiche.

Il Servizio di Genetica Medica dell’Ospedale S. Martino di Genova – al quale AIGEM direttamente afferisce - è un centro di riferimento a livello nazionale, sia per la diagnosi molecolare che per la consulenza genetica. Ciononostante, il laboratorio del Servizio non dispone di personale strutturato dedicato e la diagnostica molecolare viene effettuata da personale precario pagato con borse universitarie e provenienti da fondi di ricerca.

A causa delle attuali difficoltà di reperimento di nuovi fondi, entro breve il Servizio non sarà più in grado di finanziarsi e verrà chiuso. Questa circostanza dal punto di vista dei pazienti sarebbe una vera catastrofe, data l’estrema importanza che un’attendibile consulenza genetica ha per le persone malate (solo in Italia ci sono circa 50 mila persone affette dalla CMT).

Parlando con la Responsabile del Servizio (prof. Paola Mandich, professore ordinario dell’Università di Genova, medico specialista in genetica medica e presidente della ONLUS AIGEM) è stato subito chiaro che per evitare la chiusura basterebbe, intanto, raccogliere il necessario per la retribuzione annuale di almeno uno dei tre ricercatori attualmente in forza al laboratorio di Genetica Medica.

Ecco perché abbiamo pensato di organizzare questa serata di beneficenza.

L'area System Integration di Emm&mmE Informatica ha terminato con successo una nuova attività nel campo della informatica applicata al mondo bancario. Abbiamo sviluppato una soluzione che ha il compito di gestire l’inizializzazione dei terminali di pagamento (POS) ABI2.

Brevi cenni sul funzionamento:
La procedura di inizializzazione del terminale consiste nel caricamento di un insieme di dati contenenti chiavi RSA e certificati; tale procedura di inizializzazione è ovviamente specifica per ogni terminale.
La richiesta di inizializzazione è attivata dal terminale, che tramite la connessione disponibile nel luogo dove si trova (normalmente dal punto vendita), fa richiesta al sistema centrale di distribuzione chiavi.

Le attività principali del sistema di distribuzione delle chiavi sono:
  • Consentire al POS di stabilire la connessione e caricare i dati di inizializzazione; le tipologie di connessione utilizzate dai terminali in campo sono molteplici ed il sistema è in grado di gestire tutte quelle previste.
  • Registrare gli identificativi univoci dei POS che sono stati già oggetto di inizializzazione ed impedire ulteriori operazioni di inizializzazione degli stessi, a meno di un’operazione di reset sullo specifico POS eseguita esclusivamente da un utente autorizzato.
  • Semplificare la gestione del parco installato fornendo activity report, sia automatici che manuali, per un puntuale monitoraggio dell’efficienza del servizio.
  • Gestione utenti e profili autorizzativi
  • Gestione del backup dei dati
Per garantire l’adeguata continuità del servizio il sistema centrale di distribuzione delle chiavi è stato realizzato in una modalità completamente ridondata.

Tecnologie:
  • Application Server: Apache Tomcat
  • Liguaggio: Java
  • Framework: ICEFaces; JSF/Ajax per l’interfaccia
  • Apache MINA per le connessioni via socket TCP/IP
  • Database: Oracle

Prosegue la collaborazione con Emm&mmE Informatica affidandoci la formazione del proprio personale IT per supportare una nuova applicazione basata su MS SQL Server

Conformare la propria organizzazione al provvedimento emanato dal Garante della Privacy in tema di Amministratore di Sistema significa:
  • Assolvere ad alcune pratiche burocratiche per l'incarico dell'Amministratore di Sistema
  • Verificare le modalità di accesso amministrativo ai sistemi informatici
  • Implementare una soluzione per l'archiviazione dei log di accesso ai sottosistemi da parte dell’amministratore di sistema
EMM&MME INFORMATICA ha organizzato un gruppo di lavoro interdisciplinare con competenze legali ed informatiche per affiancare il cliente.

La soluzione individuata per la raccolta centralizzata dei log di accesso è SECURELOG, un sistema basato su un appliance che raccoglie i log, non appena vengono generati da qualunque sottosistema, e li archivia in forma raw criptata e compressa. SECURELOG integra la versione enetrprise di SAWMILL, il motore di reportistica più diffuso al mondo per fornire informazioni evolute sull’uso dei sistemi.

Tecnologie: SECURELOG - SAWMILL

Dettagli di SECURELOG
Dettagli relativi alle norme inerenti agli amministratori di sistema

Il Bilancio 2008 è stato chiuso in utile con un incremento del fatturato del 20%, confermando il trend positivo malgrado le difficoltà del settore. Impegno costante, continua evoluzione tecnologica, presidio del territorio e serietà: i nostri fattori di successo.

Pensiamo che rendere pubbliche le riflessioni che abbiamo fatto per la valutazione della soluzione da proporre ai nostri clienti contribuisca a dare al lettore di queste pagine ulteriori elementi per la scelta della migliore soluzione a lui adatta. Inoltre pensiamo che questo sia un modo per farci conoscere sempre meglio.

La questione del trattamento dei log non è sicuramente tema nuovo, anzi esistono soluzioni ben collaudate. Questa problematica però fino ad oggi è stata appannaggio di grandi strutture ed i prodotti presenti sul mercato sono quindi in genere proporzionati ai budget di aziende enterprise.
I criteri di sicurezza soddisfatti da queste soluzioni sono in genere quelli previsti dalla Sarbanes Oxley Act o suggeriti dalle direttive ITIL.
Amministratore di sistema
Garante privacy E’ evidente che le soluzioni serie disponibili sul mercato siano realizzate da brand internazionali (RSA/EMC Envision – Juniper - Novell Sentinel - HP Sensage - NetIQ Log Management - IBM – MS  – etc.) che ovviamente realizzano e supportano prodotti secondo le indicazioni di maggior “peso”.
Considerando che per un’ azienda internazionale come quelle citate sopra, l’Italia, possa rappresentare in termini di fatturato, come ordine di grandezza, uno share del 3% viene naturale riflettere su quanto siano attente alle specificità del mercato Italiano, quindi alle richieste del Garante della Privacy. Per questo motivo abbiamo scelto un azienda Italiana
Abbiamo scelto un’azienda presente sul mercato da anni, che dia a noi ed ai nostri clienti garanzie di affidabilità e solidità, non quindi una azienda meteora, fenomeno tutt’altro che raro nel settore IT.
Con tutta la simpatia che nutriamo per il mondo open source, riteniamo che per questo tema, una tale soluzione, non possa essere perseguita. La delicatezza dell’argomento richiede chiarezza nei rapporti. Non ci sembra questo l’argomento per il quale basarsi sul supporto di una community. In caso di contestazioni la scelta open source non garantisce il responsabile dell’azienda che ha operato la scelta.
Abbiamo scelto un azienda che opera da sempre nella sicurezza informatica producendo soluzioni proprietarie hardware e software. Riteniamo che in questo settore il controllo completo della filiera sia fondamentale.
Abbiamo scelto un azienda con delle referenze importanti. Riteniamo che questo elemento sia un tratto inconfutabile della qualità dell’operato di una impresa.
Pensando a quello che chiede il cliente, abbiamo scelto una soluzione scalabile ma “chiavi in mano”.  Non vogliamo proporre quindi nuovi sistemi operativi da mantenere, nuovi database da acquistare, installare, backuppare con tutte le potenziali fonti di problemi da gestire. Abbiamo scelto una soluzione basata su appliance da montare negli armadi standard rack che svolga il suo lavoro. Opzionalmente può essere fornita la soluzione sotto forma di macchina virtuale VMware.
SATA Sevurelog

Abbiamo scelto
SECURELOG, una soluzione che non memorizza i dati su un DB perché questo è in contrasto con le direttive del garante (punto f. del provvedimento)

Riteniamo che, pur nelle inevitabili complicazioni che questo comporta, adeguarsi al provvedimento del Garante sia una fantastica occasione per gli IT manager per dotarsi di un sistema di tracciatura degli eventi che si verificano nei sistemi per poter rispondere a domande del tipo:
Quante mail vengono inviate complessivamente dall’azienda? Di che spazio abbiamo bisogno? Quanto è il traffico in entrata per la posta?
Per questo necessario bisogno di governo dei sistemi, abbiamo scelto una soluzione che implementa nativamente la versione enterprise di un motore di reportistica log molto evoluto quale SAWMILL (leader mondiale nel settore). Con una soluzione di questo tipo, rispondere alle domande elencate sopra sarà velocissimo.
SAWMILL

Per maggiori informazioni:
Il provvedimento
SECURELOG
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
+39.055.87.20.165
Richiesta informazioni

Emm&mmE Informatica srl

Via Giacomo Matteotti 26/1
50055 Lastra a Signa (Firenze) - Italia
+39 055 8720165
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dati Fiscali

Iscritta nel Registro delle Imprese di Firenze al n° 04577140488
Capitale i.v./ultimo bilancio € 94.000,00
C.F/P.IVA 04577140488 - SDI 5RUO82D