Quando smartworking

 

 

Workplace significa posto di lavoro. L’accezione fa riferimento a quella trasformazione profonda del mondo del lavoro caratterizzata da una nuova flessibilità portata dalle tecnologie digitali. Il concetto rappresenta l’evoluzione di quelle PDL (Postazioni di Lavoro) che, tipicamente, avevano come sede d’elezione l’ufficio. Oggi la produttività individuale è sempre più legata a quella aziendale. Il perché è noto: dall’arrivo dei personal computer prima e di Internet poi, a cui hanno fatto seguito le tecnologie mobili associate a smartphone, tablet e tutto l’ecosistema delle app nonché le tecnologie as a service legate al cloud. Il digitale ha portato a un cambiamento nei modi, nei tempi e nei luoghi del lavoro. Dal workplace 1.0 al workplace 4.0, la storia ci racconta cosa è cambiato e perché.

Workplace: non è più questione di ubicazione ma di equipaggiamento


Oggi per lavorare (cioè per scrivere, telefonare, inviare e ricevere la posta, condividere informazioni, documenti e messaggi, fare riunioni, portare avanti progetti, programmi o processi) ognuno utilizza una pluralità di applicazioni e di dispositivi. Questo in maniera sempre più indipendente da dove ci si trovi a lavorare: anche se si chiama workplace, infatti, non è più il luogo a costituire un prerequisito fondamentale del lavoro. L’abilitatore è l’equipaggiamento tecnologico (hardware e software): per questo il digital workplace impone alle imprese di impostare nuovi criteri di gestione delle identità e degli accessi, per abilitare una comunicazione che avviene in modo sempre più indipendente dal perimetro fisico dell’organizzazione. Le PDL richiedono una dotazione software che può essere configurata e distribuita in modo diverso a seconda della profilazione degli utenti: dipendenti, collaboratori, partner, dirigenti, clienti e via dicendo. Gli spazi dell’ufficio di conseguenza mutano per conformarsi alle nuove esigenze, aiutando le aziende a fare affari in un’era fatta di servizi e applicazioni che aiutano i lavoratori a operare in una dimensione bimodale, fisica e digitale.

Evoluzione del workplace: dall’1.0 alla 4.0


La Unified Communication & Collaboration, ovvero tutto l’insieme di soluzioni e piattaforme per la comunicazione, lo scambio, la sincronizzazione e l’archiviazione delle informazioni, è un capitale digitale che, grazie anche all’evoluzione della Internet of Things e del machine learning, sta influenzando i modi e i tempi del lavoro. Vediamo, in sintesi, la cronistoria dello sviluppo.
formazione.jpg
Fin da piccoli ci dicono che imparare è bello e che dobbiamo andare a scuola per scoprire cose nuove perché questo ci servirà quando saremo grandi.

Poi diventiamo grandi e ci accorgiamo che la curiosità è il motore della vita e che mattoncino dopo mattoncino abbiamo creato un castello, fatto di esperienze, incontri, condivisioni, confronti e storie da raccontare. Abbiamo investito nella nostra formazione, creando capitale umano e dotandoci di un valore aggiunto, unico e inscindibile, che nessuno potrà mai toglierci.

Quando siamo grandi mettiamo il nostro capitale a disposizione degli altri: insegniamo ai nostri figli, condividiamo con i nostri amici e ci confrontiamo con i nostri colleghi.
Creiamo gruppi che chiamiamo aziende e ci preoccupiamo di trasferire le nostre conoscenze ai nuovi arrivati, partecipando a nostra volta alla loro formazione.

Ogni azienda trova la sua forzanelle risorse che la compongono e riesce ad ingrandirsi quando fa della formazione uno dei suoi valori fondamentali.

Oggi abbiamo tanti strumenti a disposizione per raggiungere questo obiettivo e possiamo farlo in modo sostenibile grazie ai fondi che finanziano la formazione specifica aziendale.

Contattaci e scopri come accedere a questi fondi e fai crescere la tua azienda con i valori in cui credi.

“La mente non è un vaso da riempire, ma un fuoco da accendere” - Plutarco.

Tags: Formazione in aula formazione aziendale Formazione

IMG_0933.jpg
Camini accesi, alberi addobbati, lucine natalizie e una splendida vista sull’Arno hanno reso magica la mattinata di giovedì 14 dicembre.

L’appuntamento, organizzato da Emm&mme Informatica in collaborazione con Oracle, ha permesso a molte aziende di incontrarsi e confrontarsi su questioni come GDPR e nuovi servizi cloud: argomenti che condizioneranno il nostro modo di vivere e fare informatica dal 2018.

La location indimenticabile fornita dall’Hotel Ville sull’Arno, insieme alla totale professionalità e organizzazione del suo staff, ha permesso di affrontare questi temi in totale relax, intervallando la discussione con un buon caffè e squisiti pasticcini.

Dopo un breve benvenuto da parte di Massimiliano Ristori, Amministratore delegato di Emm&mme Informatica, la parola è stata ceduta al Dott. Lorenzo Colzi, uno dei pilastri dello Studio legale Colin&Partners, che si occupa di consulenza informatica.
La sua presentazione ha lasciato il pubblico esterrefatto, per la semplicità e la chiarezza con cui è riuscito ad illustrare un argomento tanto vasto, complesso e apparentemente noioso come la normativa GDPR. Secondo i feedback raccolti il suo intervento è stato infatti ritenuto il più esaustivo e facilmente comprensibile.

Questa prima presentazione ha subito lasciato un segno, perché ha permesso agli ospiti di realizzare la portata della normativa e i risvolti pratici che avrà sulla vita quotidiana e sul modo di fare impresa, sia dal punto di vista organizzativo che tecnologico.

L’incontro è poi entrato nel vivo con l’intervento del Dott. Angelo Bosis, Oracle Sales Consulting Director, che con la sua professionalità e la sua capacità di approfondimento ha dato pratici spunti di adattamento alla normativa, fondendo aspetti legali e organizzativo-tecnologici. Le soluzioni offerte da Oracle hanno destato notevole interesse tra i partecipanti, che hanno posto numerose domande su alcune di esse, ricevendo risposte competenti e dettagliate.

Infine, il Dott. Mario Vetrano, Oracle Cloud Champion, ha affascinato i presenti con un intervento sulle innovazioni Oracle circa i servizi cloud, toccando argomenti come Intelligenza artificiale e sua applicabilità pratica in molti settori imprenditoriali, IaaS, Internet of Things e Scenari di Disaster Recovery. I temi affrontati hanno sedotto molti dei presenti, ma la specificità e la tecnicità di certi argomenti hanno reso impegnativa la comprensione, soprattutto per coloro che operano in ambiti differenti.

L’intervento conclusivo del Dott. Marco Tabolli di Computer Gross, partner di Emm&mme Informatica ormai da anni, ha annunciato un innovativo progetto di collaborazione con Oracle per quanto riguarda il cloud, sottolineando una volta di più l’importanza e l’applicabilità pratica al lavoro aziendale quotidiano dei servizi offerti.

La conclusione perfetta dell’evento ha avuto luogo nella sala ristorante dell’Hotel, dove un delizioso pranzo a buffet attendeva gli ospiti, i quali hanno avuto la possibilità di confrontarsi e fare network, seduti a tavoli finemente apparecchiati.

Emm&mme Informatica tiene a ringraziare le aziende che hanno preso parte all’evento, ma anche tutte quelle che non hanno avuto modo di partecipare, certa che non saranno disposte a perdersi il prossimo incontro. Promettiamo che la location sarà altrettanto suggestiva!

Tags: oracle cloud GDPR

giovani.jpg
Una nuova Start Up nascerà dall'esperienza di Alternanza Scuola Lavoro - Progetto "Red Stuff" cui Emm&mmE informatica ha partecipato con l'Istituto Statale d'Istruzione Superiore "Bertrand Russell - Isaac Newton" (Scandicci) e il Liceo Classico Michelangiolo (Firenze).

La nuova Start Up Toscana, in collaborazione con Emm&mmE Informatica, partecipa alla #MIPforIdeas di Murate Idea Park, e cerca giovani che andranno a completare un team di entusiasti lavoratori e sostenitori per lo sviluppo e la realizzazione di un innovativo e frizzante sistema di e-commerce.

Il candidato ideale è un giovane tra i 24 ed i 29 anni, laureato in Economia o equivalenti, disposto ad impegnarsi per la propria realizzazione in campo professionale e capace di lavorare in team. Per tutti gli interessati è previsto un incontro preliminare il 30 ottobre alle 17.00 dove verrà esposto il progetto e la sua realizzazione.

Per richiedere l'accredito all'incontro scrivere, allegando il proprio cv, a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
logo-cdo.png
Lo scorso 20 luglio Uplet ha partecipato al primo appuntamento itinerante di Piazza Toscana in tour 2017, il percorso “on the road” di Piazza Toscana che si tiene ogni anno dal 2011 a Firenze e che ha permesso a centinaia di imprenditori di conoscersi e collaborare.

L’evento Piazza Toscana è ormai diventato un punto di riferimento per centinaia di imprenditori, professionisti, ma anche Startup e Grandi Aziende che vogliono sviluppare il proprio business e ampliare il raggio di conoscenza della propria realtà, incontrando nuovi fornitori e nuovi potenziali clienti.

Giunto alla settima edizione, Piazza Toscana si presenta come l’evento di business più importante del nostro territorio proprio per la potenzialità nel creare nuove relazioni di business e collaborazioni, favorendo la filiera corta e le dinamiche di rete.

L’evento è suddiviso in varie aree tematiche, tra cui Piazzetta Agroalimentare, Area Startup, Area Estero, Area CDO Network e Area Turismo, e si svolge nell’arco di una giornata tra workshop, appuntamenti di lavoro B2B, tavoli di lavoro e progetti aziendali.

Piazza Toscana è un evento aperto a tutti: non esistono infatti limiti di residenza territoriale né di appartenenza a particolari realtà associative, e sono calorosamente invitati a partecipare tutti coloro che desiderano mettersi in gioco, conoscere e condividere la propria esperienza professionale.

E proprio per questo non poteva certamente mancare Uplet, una nuova realtà di business nata dalle menti di Emm&mmE Informatica per rispondere alle nuove esigenze di management aziendale, che si sta espandendo sul territorio e, come gli altri protagonisti dell'evento, è in cerca di nuove collaborazioni e realtà da conoscere e condividere.

Partecipa anche tu al prossimo evento Piazza Toscana, unirsi è semplice! Per saperne di più visita il sito https://www.piazzatoscana.org/

 

Tags: emm&mmE Informatica Uplet piazza toscana business event piazza toscana in tour

2000px-Oracle_logo.svg.png
Lo scorso 11 maggio, nella splendida cornice di Villa Gerini di Colonnata, un buon numero di IT manager di importanti realtà toscane ha incontrato specialisti Oracle per un confronto ad alto livello sui prossimi scenari dell'Information Technology.

L'evento nasce dal desiderio dei partner Emm&mme Informatica e Oracle di condividere le ultime innovazioni e i trend tecnologici attraverso l’analisi di “casi d’uso” reali in cui è possibile beneficiare delle tecnologie Oracle e dell’approccio consulenziale di Emm&mmE Informatica.

Durante il corso dell'evento sono stati affrontati diversi temi, tra cui:

  • ODA (Oracle Database Appliance): costruito intorno al database Oracle, ODA offre un sistema integrato di software, server, storage e networking ottimo per l'elaborazione di transazioni (OLTP), In-Memory Database e applicazioni Data Warehouse. ODA permette di migliorare i costi di gestione semplificando le procedure di implementazione e manutenzione e garantendo la continuità dei servizi informatici.

  • Oracle Cloud:  Oracle fornisce tre alternative di Cloud:
    - private Cloud: Oracle offre un portafoglio completo di piattaforme e infrastrutture per le aziende che necessitano di un cloud privato interno e dedicato. I dipartimenti IT delle aziende possono stimolare l'innovazione diventando service provider agili ed economici all'interno della propria organizzazione.
    - public Cloud: è il cloud pubblico più ampio e integrato del settore. Offre servizi avanzati attraverso software come servizio (SaaS), piattaforma come servizio (PaaS) e infrastruttura come servizio (IaaS) e permette di implementare Oracle Cloud nel tuo centro di elaborazione dati. Oracle Cloud consente alle organizzazioni di promuovere l'innovazione e la trasformazione aziendale aumentando l'agilità aziendale, diminuendo i costi e riducendo la complessità dell'IT.
    - Cloud at Customer: Oracle offre la possibilità di estendere i servizi di public cloud all’interno dei datacenter aziendali per garantire agilità, semplicità e ‘subscription pricing’ anche on-premise, in totale sicurezza.

  • Oracle Database Enterprise Edition 12c e Security: disponibile su un'ampia gamma di piattaforme, Oracle Database 12c Enterprise Edition offre più di 500 nuove funzionalità tra cui una nuova architettura che semplifica il processo di consolidamento dei database nel cloud e permette ai clienti di gestire numerosi database come se fossero un unico database e diverse tipologie di features per la sicurezza, senza cambiamenti a livello di applicazioni.


Emm&mmE Informatica, Oracle gold partner, ha voluto la certificazione Gold perché Oracle è sinonimo di affidabilità e sicurezza, due valori di riferimento del nostro modo di essere. Essere Gold Partner Oracle è garanzia di eccellenza nei servizi che eroghiamo.

Tags: emm&mmE Informatica oracle partnership gold partner oracle cloud databases

Emm&mmE Informatica srl

Via Giacomo Matteotti 26/1
50055 Lastra a Signa (Firenze) - Italia
+39 055 8720165
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Dati Fiscali

Iscritta nel Registro delle Imprese di Firenze al n° 04577140488
Capitale i.v./ultimo bilancio € 94.000,00
C.F/P.IVA 04577140488 - SDI 5RUO82D