DSC_0186.jpg
Il 23 marzo presso le Murate di Firenze si è tenuto l’evento ‘Office 365 for All’, organizzato da Uplet e Emm&mmE Informatica.

L’ obiettivo dell’incontro era mostrare Office365 in tutti i suoi aspetti, e soprattutto dimostrare come esso sia di supporto nelle attività ordinarie di una azienda.  Per fare ciò, l’azienda ha deciso di mettere a completa disposizione dei partecipanti il suo team di esperti per far vedere come nel quotidiano può essere effettivamente utilizzato Office 365, in tutte le sue sfaccettature e potenzialità, e non da meno, per rispondere a tutte le curiosità dei clienti.

L’evento si è aperto con Fabio Albieri, Partner Sales Executive di Microsoft, che ha tenuto un’interessante talk sulla Digital Transformation, spiegando come un’azienda possa fornire beni, trovare, elaborare e rendere accessibili grandi quantità di contenuti indipendentemente dalla reale disponibilità di risorse umane, materiali, intellettuali ed economiche, così da creare nuove connessioni tra persone, luoghi e cose.



 

Dopodiché, sono iniziate le sessioni di approfondimento tenute dai nostri esperti, che hanno coperto ben cinque aree tematiche:

  • Sicurezza: Massimo ha parlato di protezione online e offline dei messaggi e degli allegati di posta elettronica, creazione di uno user, assegnazione dei permessi e di appartenenza ai gruppi, monitoraggio delle attività, archiviazione dei documenti e cancellazione dei dati da remoto.

  • Condivisione: Federico ha tenuto una sessione su co-editing, One Note, One Drive For Business, Sway, creazione di un calendario condiviso e tenere una Skype con partecipanti da remoto.

  • Biz apps: David ha esposto le sue conoscenze su CRM, Project, Planner e sul percorso della trattativa commerciale, dal Lead alla chiusura dell’offerta.

  • Data: Massimiliano ha parlato di Power BI, upload e sondaggi su file Excel, tenendo un’interessante analisi sui dati del CRM e del venduto dell’azienda.

  • Personalizzazione: Michele e Alessio hanno raccontato di come sia possibile personalizzare il proprio Office 365, approfondendo MS Flow, MS Power Apps e Sharepoint, e portando d’esempio la registrazione all’evento, dalla mail al file Excel.


L'evento è stato piacevolmente valutato dai partecipanti, i quali hanno trovato una bella atmosfera, un team affiato, competente e tante risposte alle loro domande, nonché delle sessioni di approfondimento molto utili.

Noi ringraziamo di cuore tutti coloro che hanno accettato di partecipare e hanno condiviso questa bella esperienza.

 

Tags: emm&mmE Informatica Office 365 for All Eventi Uplet

ammortamento-quota-capitale-660x330-e1487591883424.jpg
Super ammortamento al 140% e iperammortamento al 250% per gli investimenti digitali sono due tra i capitoli più rilevanti della Legge di Stabilità 2017, approvata definitivamente al Senato lo scorso 7 dicembre 2016.

La Legge di Bilancio, infatti, ha confermato la proroga del super ammortamento al 140% anche per il periodo d’imposta 2017. Tuttavia, ci sono due differenze sostanziali rispetto al modello 2016: oltre ad essere state esplicitamente escluse le auto aziendali ad uso promiscuo, la maggiorazione del costo dei beni ad alto contenuto tecnologico o digitale è pari al 150% e i beni devono essere strettamente inerenti al “core business aziendale”.

Parallelamente è stato introdotto l’iperammortamento al 250% per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione (si tratta di quello che nel gergo giornalistico viene definito “bonus digitale” o “bonus innovazione”).   Si tratta di una nuova agevolazione legata all’acquisto di beni che “favoriscono i processi di trasformazione tecnologica e/o digitale in chiave Industria 4.0” e consente, inoltre, di beneficiare del super ammortamento al 140% per i software, precedentemente esclusi dall’agevolazione in quanto beni immateriali. Nello specifico:

  • L’iper ammortamento al 250% può avere ad oggetto circa 50 categorie diverse di beni previste dalle tabelle allegate alla Legge di Bilancio

  • Il periodo di riferimento è il 2017, con possibilità di concludere l’acquisto entro il 2018, purché sussistano determinate condizioni (legate per esempio al pagamento degli acconti)

  • Come previsto per il super ammortamento, anche l’iper ammortamento è esteso agli acquisti effettuati in leasing

  • Al fine di fruire dell’iper ammortamento al 250% in luogo dell'agevolazione del 140% occorrerà produrre un'autocertificazione ai sensi del Dpr 445/2000 e contattare un professionista per avere una perizia giurata qualora il costo del bene superi 500.000 euro. Tale documentazione viene richiesta al fine di accertare che gli investimenti effettuati e per i quali si richiede l’iperammortamento al 250% abbiano caratteristiche conformi a quelle che saranno richieste dalla Legge di Bilancio.


I soggetti che possono beneficiare del super ammortamento sono le imprese, ossia i titolari di reddito d’impresareddito da lavoro autonomo (tranne i contribuenti in regime forfettario) e i soggetti che si avvalgono del regime dei minimi.

Per maggiori informazioni consulta il sito del MiSE.

Tags: super ammortamento iper ammortamento legge stabilità 2017 agevolazioni imprese

image001.jpg
La Regione Toscana nell'ambito dell'Evento Annuale del POR FESR 2014-2020 (Toscana Tech),
presenta in 5 focus tematici i risultati del POR 2007-2013, i progetti significativi, le best practice e le opportunità di finanziamento del Programma.

LA TOSCANA REGIONE DI EUROPA
RISULTATI, BEST PRACTICE e OPPORTUNITA'
Firenze, 27 febbraio 2017 ore 14.00
Sala Verde - Villa Vittoria Palazzo dei Congressi

Modera: Nicola Saldutti - Caporedattore Economia, Corriere della Sera
Introduce:Antonio Davide Barretta - Direttore Generale Giunta Regionale, Regione Toscana

Ricerca Sviluppo e Innovazione
Opportunità per attività di ricerca e soluzioni innovative
Enrico Wolleb - Direttore ISMERI Europa
Elisa Nannicini - Dirigente Settore R&S, innovazione e trasferimento tecnologico, Regione Toscana

Competitività del sistema produttivo
Opportunità per l'internazionalizzazione delle imprese, strumenti finanziari, microcredito
Marco Mariani – Ricercatore Area imprese, innovazione e program evaluation - IRPET
Simonetta Baldi - Dirigente Settore politiche orizzontali di sostegno alle imprese, Regione Toscana

Industria creativa e culturale
Valorizzazione dei talenti e del patrimonio culturale per la promozione turistica integrata
Elena Pianea – Dirigente Settore patrimonio culturale, siti Unesco, arte contemporanea, memoria, Regione Toscana
Alberto Peruzzini - Direttore Toscana Promozione Turistica

Smart cities e smart communities
Mobilità e innovazione urbana: dalla tramvia dell'area fiorentina ai Piani Integrati di Sviluppo Urbano sostenibile (PIUSS)
Mariano Mirannalti - Responsabile P.O. Infrastrutture per la mobilità sostenibile, Direzione politiche di mobilità, infrastrutture e trasporto pubblico locale, Regione Toscana
Roberto Barbetti - Dirigente del Servizio Cultura e Turismo, Comune di Arezzo

RIS3 - Strategia di Specializzazione Intelligente
Obiettivi, priorità e primi risultati: Ris3 stories
Simone Bertini - Dirigente responsabile area di ricerca sviluppo locale, settori produttivi e imprese, IRPET
Roberto Pini - Direttore IFAC - Istituto di Fisica Applicata "Nello Carrara" - CNR
Massimo Aiello – Legale rappresentante Acque Industriali s.r.l.
Premiazione RIS3 Toscana Contest

Concludono
Christopher Todd - Capo Unità Italia-Malta, DG politica regionale e urbana, Commissione europea
Giorgio Martini – Dirigente DGPRUC, Agenzia per la Coesione territoriale
Angelita Luciani - Autorità di Gestione POR FESR, Regione Toscana

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:www.toscanatechnologica.it
SEGUICI CON #TOSCANATECH
AICA
L'Associazione italiana per l'informatica ed il calcolo automatico (AICA) è un'organizzazione italiana di cultori e professionisti IT atta alla promozione e alla diffusione dell'informatica in Italia.

Nello specifico, la mission di AICA è lo sviluppo della conoscenza digitale in tutti i suoi aspetti scientifici, applicativi, economici e sociali, al fine di diffondere la cultura informatica in Italia e realizzare una società digitale al passo con il progresso scientifico attuale.

Per fare ciò, AICA si propone come promotrice di molteplici certificazioni atte a qualificare le competenze IT di diverse realtà, dunque, create ad hoc secondo le necessità conoscitive che deve perseguire un singolo cittadino, uno studente o un professionista IT. Inoltre, AICA favorisce l’incontro e il confronto sui temi del digitale attraverso convegni, seminari, pubblicazioni, progetti, workshop e attività di formazione.

Non da meno, dal 2000 AICA è stata incaricata dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di gestire l'organizzazione delle Olimpiadi italiane di informatica, al fine di stimolare l'interesse dei giovani verso la scienza dell'informazione e le tecnologie informatiche.

AICA propone una serie di progetti, molti dei quali rivolti anche ai giovani, e attività di ricerca e monitoraggio mirati al continuo sviluppo e aggiornamento su temi attuali o di cui non vi è ancora una conoscenza a 360 gradi, per offrire un contributo originale e aprire la strada a nuovi importanti filoni di confronto e riflessione.

Individualmente o come ente, chiunque può entrare a far parte del mondo AICA: diventarne socio significa avere l’opportunità di offrire il tuo contributo economico, associativo e professionale, determinante per la realizzazione di progetti e programmi dell'Associazione, e allo stesso tempo di acquisire diversi diritti tra cui:

  • partecipare alle assemblee ai gruppi di lavoro

  • operare per lo sviluppo delle competenze professionali proprie e dei colleghi in conformità alle raccomandazioni nazionali ed europee;

  • partecipare al Congresso nazionale e ai vari eventi organizzati dall’associazione

  • ricevere la rivista online Mondo Digitale, la newsletter e le informazioni sulle molteplici iniziative

  • accedere al Cantiere dei Mestieri ICT, uno spazio on-line per verifcare le proprie competenze professionali

  • accedere come sister society alla IEEE Computer Society Italy Section e ad ACM a condizioni agevolate


Tags: AICA Informatica Certificazioni

Microsoft-Office-2007.jpg
Office 2007

Il 10 ottobre 2017 è la data in cui terminerà il supporto di Office 2007: da questa data in poi Microsoft non rilascerà più aggiornamenti relativi alla sicurezza.

Per questo motivo, e in special modo se utilizzi le applicazioni Office 2007 per la posta elettronica o per lo scambio/condivisione dei file, dovresti pianificare la tua migrazione verso Office 365 che integra le funzionalità del pacchetto office con nuove soluzioni pensate per risolvere le esigenze di oggi e di domani, come ad esempio un grosso spazio di condivisione dei file sempre accessibile e la possibilità di effettuare videoconferenze con facilità e semplicità.




 Perché passare a Office 365Office 365


Con Office 365 avrai sempre le versioni più recenti delle applicazioni di Office. Microsoft pensa ad aggiornare direttamente le tue applicazioni e avrai sempre a disposizione l'ultima versione: puoi inoltre installarle su 5 dispositivi desktop diversi.

Include Word, Excel, PowerPoint, Outlook e OneNote per PC e Mac e Publisher e Access solo per PC.

Applicazioni installate su PC o Mac, per creare o modificare documenti senza accesso a Internet.




Office quando e dove ti serve


Office 365

Accedi, visualizza e modifica i file necessari da qualsiasi postazione: scopri che con Office 365 non ci sono differenze tra PC desktop e dispositivi mobili.

Modifica, formatta e crea anche direttamente su web grazie alle applicazioni Online.

I dispositivi supportati includono tablet e telefoni Windows, iPad e iPhone, oltre a tablet e telefoni Android.

 




Se vuoi sapere qualcosa in più su Office 365, prenota con noi una sessione gratuita che ti permetterà di conoscere e scoprire come utilizzare al meglio le nuove funzionalità.

Prenota la sessione




Uplet ha inoltre realizzato un piano di formazione specifico per Office 365, formato da videocorsi in pillole per rendere la migrazione facile e veloce.

Guarda la formazione

 

Tags: Office 365 Microsoft

The_revolution.png
Il Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL)  del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha da poco tirato le somme riguardo le scoperte più importanti avvenute nel 2016 nel proprio laboratorio. Robot che esplorano Marte e il tuo stomaco, rilevatori wireless di emozioni, video dinamici interattivi e sistemi che predicono cyber-attack: questi sono solo alcuni dei soggetti sui quali sono vertite le ricerche e attraverso cui sono stati raggiunti risultati eccellenti e di risalto a livello mondiale nel panorama dell'IT e dell'AI.

Uno dei temi ad oggi discussi e su cui si sta ponendo molta attenzione è la sicurezza dei dati. Il CSAIL, oltre ad essere stato sede del Cyber Summit 2016, ha fatto molti passi avanti riguardo questa tematica: frutto della ricerca sono stati un sistema per rimanere anonimi online che utilizza meno banda per trasferire file di grandi dimensioni tra gli utenti anonimi e l' AI2, piattaforma di intelligenza artificiale che predice l'85% dei cyber-attack in maniera molto più significativa dei sistemi esistenti, incorporando continuamente input dagli umani.

Non da meno le scoperte nel campo della visione artificiale, materia che mira a creare un modello approssimato del mondo reale (3D) partendo da immagini bidimensionali (2D):

  • Interactive Dynamic Video è la nuova tecnica di imaging che permette di raggiungere e "toccare" oggetti nel video utilizzando una normale fotocamera.

  • Cinema 3D è il nuovo display per vedere film che utilizza speciali lenti e specchi permettendo allo spettatore di guardare film in 3D senza più l'utilizzo degli occhiali 3D.

  • L'algoritmo che aiuterà gli astronomi a riprodurre la prima immagine di un buco nero è ad oggi in grado di collezionare i dati ricavati dai telescopi nelle vari parti del globo

  • Un nuovo algoritmo che si auto addestra tramite serie tv come "Desperate Housewives" e "The Office" tramite il quale si possono predire le interazioni umane molto più accuratamente di prima.


 

Infine, le invenzioni più importanti nel mondo dei sistemi e delle reti:

  • Polaris è il nuovo sistema tramite il quale le pagine web si caricano il 34% più veloce grazie alla diminuzione del traffico di rete, ovvero grazie alla capacità del framework di decidere come sovrapporre i downloading degli oggetti della pagina, in modo tale che l'intera pagina richieda molto meno tempo per essere caricata.

  • Dopo essersi ispirati ed aver analizzato a fondo il comportamento di una colonia di formiche, i ricercatori hanno sviluppato il nuovo algoritmo di network communication per migliorare applicazioni come i social network.

  • Le reti neurali sono state addestrate dai ricercatori in modo da spiegare se stesse fornendo le motivazioni delle loro decisioni.


 

Per saperne di più visita la sezione News del MIT .

 

Tags: intelligenza artificiale MIT migliori scoperte 2016 Computer Science

Emm&mmE Informatica srl

Via Giacomo Matteotti 26/1
50055 Lastra a Signa (Firenze) - Italia
+39 055 8720165
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Codice Ateco 62.09.09

Dati Fiscali

Iscritta nel Registro delle Imprese di Firenze al n° 04577140488
Capitale i.v./ultimo bilancio € 94.000,00
C.F/P.IVA 04577140488 - SDI 5RUO82D